Capire i segnali video – 2a parte

capire_video_parte_2

Le interfacce per i segnali video digitali
DVI
DVILa connessione Digital Visual Interface (DVI) è stata sviluppata nel 1999 come interfaccia per il trasferimento digitale e non compresso dei segnali video. La specifica del connettore DVI fornisce opzionalmente anche la compatibilità con l’interfaccia VGA per i segnali video analogici.Un connettore DVI può avere fino a 29 pin che trasmettono segnali; a seconda dei casi, possono essere utilizzati tutti o solo una parte di questi piedini. Ci sono quattro tipi di connettori DVI diversi:
DVI-A: Solo analogico; il segnale video si trova sul gruppo di quattro pin a sinistra, separati dal gruppo principale dei piedini a destra.
DVI-D: Solo digitale; il gruppo di quattro pin a sinistra solo a volte è presente, ma non conduce alcun segnale video.
DVI-I single-link: Analogico e digitale; sono attivi entrambi i gruppi di pin.
DVI-I dual-link: Digitale con o senza analogico; vengono forniti due collegamenti DVI in un solo connettore, per supportare risoluzioni molto alte.

DVI_connessioniAnche se la connessione DVI è stata originariamente sviluppata come interfaccia del computer, oggi è comunemente presente in molti dispositivi elettronici professionali.
Come indicato in precedenza, ci sono due tipi di collegamenti DVI specificatamente indicati per requisiti di risoluzione differenti: single-link e dual-link. Le connessioni single-link sono in grado di supportare un’ampiezza di banda massima di 165 MHz, per risoluzioni native fino a 1920×1200 (WUXGA) e una profondità colore fino a 24 bit. Le connessioni dual-link sono in grado di supportare un’ampiezza di banda massima di 330 MHz e risoluzioni native fino a 3840×2400.
Dual-link non significa “doppio cavo”; entrambi i tipi di interfaccia utilizzano un connettore DVI fisico singolo. La differenza risiede essenzialmente nel numero di pin e nella configurazione.
Le schede video per computer ed altre sorgenti video sono in grado di generare segnali video DVI dual-link, mentre pochi dispositivi per l’elaborazione dei segnali video sono attualmente in grado di gestire questo tipo di interfaccia ad alta velocità.

HDMI
HDMILa connessione High Definition Multimedia Interface (HDMI) è un’evoluzione del DVI ed è stata sviluppata nel 2002 appositamente per i dispositivi video dell’elettronica di consumo. Come il DVI, anche l’HDMI utilizza il collegamento video seriale ad altà velocità chiamato Transition Minimized Differential Signaling (TMDS), sviluppato dalla Silicon Image. Tuttavia, queste due connessioni si differiscono in modo significativo:
• HDMI non è compatibile con segnali analogici VGA.
• DVI è stato inizialmente limitato allo spazio colore RGB. HDMI supporta RGB, ma supporta anche YCbCr, uno spazio colore digitale ampiamente usato nel settore video broadcast.
• HDMI può trasportare segnali audio digitali, mentre DVI non può.
• Il connettore HDMI è molto più piccolo del connettore DVI, però è meno robusto per le applicazioni professionali.

Negli ultimi anni, alcuni produttori di dispositivi video con interfaccia HDMI, hanno aggiunto la possibilità di assicurare la connessione, tramite una vite posta al di sopra del connettore. Per sfruttare questa possibilità sono necessari dei cavi chiamati HDMI Locking che presentano una “linguetta” metallica con un’asola per il passaggio della vite di sicurezza.

HDMI_locking

… l’articolo continuerà a breve con la terza parte.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestPrint this pageEmail this to someone